Prof. Gian Battista Bietti

La Fondazione G.B. Bietti per lo Studio e la Ricerca in Oftalmologia, con sede legale in Roma Via Livenza n. 3, ha per oggetto lo svolgimento di attività di ricerca scientifica di particolare interesse sociale rientrante nell’ambito delle discipline oftalmologiche e, in particolare, la promozione della ricerca, dello studio, della documentazione e della sperimentazione nel campo della medicina con riguardo alla prevenzione, alla diagnostica precoce e alla riabilitazione in oftalmologia, il tutto per il perseguimento di finalità sociali.

La Fondazione è nata nel 1984 per opera di alcuni allievi del Prof. Giovan Battista Bietti, qualche anno dopo la sua prematura scomparsa, con lo scopo di sviluppare e garantire elevati livelli di competenze e conoscenze in campo oftalmologico e di metterle a disposizione dei cittadini e del Servizio Sanitario Nazionale.

Innovativi erano per questo i primi rapporti di collaborazione con strutture sanitarie ed università italiane, nonché con centri di eccellenza sia in Europa che negli Stati Uniti.

La Fondazione, nella persona del Presidente Prof. Mario Stirpe, ha avuto un ruolo chiave nella definizione del problema del trapianto di cornea, che, nel 1993, veniva ancora effettuato all’estero, con spese altissime da parte del Servizio Sanitario Nazionale. Nel giugno ’93, grazie ad un’audizione alla Camera voluta dalla Fondazione Bietti, il Suo Presidente ha discusso la necessità di un’immediata modifica della legge che, dopo solo 2 mesi, venne realizzata, portando alla separazione dell’innesto del tessuto corneale dal resto dei trapianti di organi.

Passi propedeutici, questi, per la successiva realizzazione della Banca degli Occhi del Lazio presso l’Azienda Ospedaliera San Giovanni Addolorata, in partnership con la Fondazione.

La documentata attività clinico-scientifica di eccellenza ed il riconosciuto ruolo nella comunità scientifica nazionale ed internazionale hanno portato il Ministero della Salute a riconoscere la Fondazione G.B. Bietti, unico soggetto in Italia, come “Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico” (IRCCS) per la disciplina di “Oftalmologia”.

In virtù della collaborazione instaurata con l’Azienda Ospedaliera di rilievo nazionale ad alta specializzazione San Giovanni Addolorata per la gestione della Banca degli Occhi, è nata l’idea innovativa di portare all’interno dell’Azienda Ospedaliera pubblica la struttura assistenziale ed i laboratori di ricerca dell’IRCCS privato, al fine di adempiere alla propria mission di IRCCS, nonché di ONLUS: mettere a disposizione risorse e attività clinico-scientifica a beneficio del Servizio Sanitario Nazionale.