MEDAGLIA D’ORO “G.B.BIETTI” ALL’ON.LE FRANCO MARINI

Comunicato Stampa

Sarà consegnata lunedì 19 settembre, ore 16, presso la Sala Auditorium del Ministero della Salute a Lungotevere Ripa 1, in riconoscimento del ruolo da lui avuto nella diffusione del trapianto di cornea in Italia. Quella legge ha permesso all’Italia di diventare un paese all’avanguardia in continua crescita

Medaglia d’oro “G.B. Bietti” all’On.le Franco Marini: grazie a lui passi decisivi nel campo del trapianto della cornea

Nel 1993 veniva modificata una legge che da oltre 15 anni vietava in Italia la chirurgia del trapianto di cornea. Questo aggiornamento, fondamentale per l’oftalmologia Italiana, è stato portato a termine con l’attiva partecipazione dell’allora Ministro del Lavoro, Franco Marini. Il bilancio di quanto è stato da allora realizzato grazie alla liberalizzazione dell’innesto di cornea ha stimolato l’IRCCS Fondazione Bietti ad attribuire a Franco Marini il riconoscimento che viene assegnato in campo internazionale a chi maggiormente contribuisce al progresso della oftalmologia.
L’approvazione della legge sui trapianti in Italia ha reso possibile lo sviluppo e l’attuazione di un numero sempre crescente di trapianti corneali.
Al giorno d’oggi la chirurgia dei trapianti permette di trattare con successo numerose patologie oculari come il cheratocono, le distrofie corneali, i traumi perforanti, gli edemi corneali.
La stessa legge ha consentito alla ricerca italiana di contribuire allo sviluppo di  nuove tecniche di chirurgia corneale  e ad oggi il nostro paese è all’ avanguardia mondiale oltre che nelle tradizionali tecniche di trapianto a tutto spessore anche nelle più  moderne tecniche di trapianto cosiddetto lamellare. Nelle cheratoplastiche lamellari ad essere trapiantata è infatti soltanto una porzione dello spessore corneale, anteriore o posteriore, in modo da consentire una drastica riduzione della frequenza di rigetto postoperatorio. 
Sempre l’approvazione di questa legge ha consentito lo sviluppo e l’attuazione di tecniche di prelievo e di coltivazione di cellule staminali dal limbus corneale che ad oggi rappresentano l’unica terapia possibile nei casi di ustioni oculari di origine chimica o termica o in quei casi in cui un trapianto corneale non è più praticabile a seguito di rigetti ripetuti.

Lo studio “Global Survey of Corneal Transplantation and Eye Banking”

Lo studio “Global Survey of Corneal Transplantation and Eye Banking”, pubblicato nel 2016 dalla rivista JAMA Ophthalmology, riporta che il 53% della popolazione mondiale non ha accesso al trapianto di cornea; solo una cornea è disponibile ogni 70 necessarie.
In questo drammatico contesto l’Italia, grazie all’introduzione della legge sui trapianti e alla sensibilizzazione della popolazione, oltre ad avere un numero di  donazioni di cornea sufficiente a coprire la necessità interna di trapianti, è una delle tre nazioni (insieme agli USA e allo Sri Lanka) in grado di esportare cornee a paesi esteri carenti.  Infatti, secondo i dati pubblicati dalla Società Italiana Banche degli Occhi, in Italia nel 2014 sono state registrate ben 7499 donazioni di cornea; dei tessuti risultati idonei 5279 sono stati trapiantati in Italia e 619 inviati all’estero.

Medaglia “G.B. Bietti”, una storia iniziata nel 1996

La medaglia G.B.Bietti è stata istituita nel 1996 a seguito di una richiesta inoltrata dall’ICO (International Council of Ophthalmology) alla Fondazione Bietti, e viene attualmente conferita ogni quattro anni durante il Congresso Mondiale di Oftalmologia al ricercatore che ha portato i maggiori contributi scientifici in campo oftalmologico.
L’IRCCS Fondazione Bietti si è riservato il diritto di poterla conferire direttamente con comunicazione all’ICO, in casi eccezionali riguardanti la materia. Fino ad oggi è stata consegnata alla Prof.ssa Rita Levi Montalcini durante la lettura da Lei tenuta all’Accademia dei Lincei in memoria del Prof. G.B.Bietti; L’argomento riguardava le ricerche da Lei condotte per l’individuazione nel Nerve Growth Factor. Alla Fondazione Roma nella persona del suo Presidente Prof. Emmanuele Emanuele in occasione della donazione delle mura della sede di Via Livenza, attuale centro di ricerca dell’IRCCS Fondazione G.B.Bietti. Recentemente al Prof. Lamberto Maffei per i suoi studi che rappresentano un contributo fondamentale alla conoscenza della fisiologia della retina.

 Ufficio Stampa EQUA di Camilla Morabito
06.3236254 - info@equa.it


Allegati: COMUNICATO STAMPA [PDF]