13 Giugno 2018

Mario Stirpe di Gaetano Pedullà.

Il traguardo professionale più bello? Aver fatto nascere un vivaio di medici e ricercatori che si sta facendo strada in tutto il mondo. Per Mario Stirpe, uno dei riferimenti dell’alta specializzazione in oculistica a livello internazionale, c’è anche questo nel Premio Roma che riceverà stasera in una cerimonia nella Capitale.

Un riconoscimento che parte storicamente dall’Istituto San Camillo Forlanini e che può essere considerato un Oscar della medicina alla carriera. In un Paese che fa fuggire molti dei suoi cervelli migliori, Stirpe ha fondato l’Irccs Fondazione G.B. Bietti, un centro di eccellenza dove scienziati di ogni parte del pianeta si mettono in fila per trascorrere un periodo sabatico e apprendere quanto c’è di più avanzato nel loro settore.

Per questo nella collezione dei premi prestigiosi ricevuti dal nostro luminare in ogni parte del mondo – dall’American Accademy alla Columbia University – la nuova targa in arrivo avrà un posto d’eccezione. È lo stesso Stirpe a ripercorrere le tappe più importanti di un’avventura meravigliosa: ... [continua su La Notizia]