Cosa deve fare una donna incinta, che allatta o un familiare di una persona in isolamento? Come aiutare i bambini nella nuova routine? Quali sono le regole comuni a tutti e tutte? Qui le risposte del Ministero della Salute, dell’OMS e dell’Istituto Superiore di Sanità per fronteggiare il COVID-19 nelle diverse situazioni.

Come si declinano le precauzioni per il SARS-CoV-2 nelle situazioni particolari?

Ecco una raccolta di raccomandazioni e di cose da sapere stilate delle massime autorità sanitarie.

  • Durante la GRAVIDANZA va tenuto presente che non è mai stata comprovata – al 10 di marzo 2020 – una trasmissione dalla mamma al feto anche nel caso di donne ammalate o infettate dal SARS-CoV-2. Il virus non è stato mai rilevato né nel sangue del cordone ombelicale, né nel liquido amniotico. (fonte salute.gov)
  • È consigliato proseguire l’ALLATTAMENTO anche se la madre risulta positiva al virus; virus del quale non è stata mai stata trovata traccia nel latte materno raccolto dopo la prima poppata (colostro). In almeno un caso sono stati invece rilevati gli anticorpi anti SARS-CoV-2. (fonte salute.gov)
  • Per i familiari CHE ASSISTONO UNA PERSONA POSITIVA E IN ISOLAMENTO esistono 20 precauzioni pubblicate dall’Istituto Superiore di Sanità (qui il pdf )
  • Anche lo STRESS deve essere considerato un effetto delle restrizioni e del cambiamento di routine, soprattutto per i BAMBINI. Ecco una guida dell’OMS per ridurre l’impatto sui più piccoli.
  • TUTTI devono evitare di uscire di casa salvo per le esigenze non rinviabili che si circoscrivono nel bacino ristretto del lavoro, della malattia propria e dei propri familiari e dell’approvvigionamento di beni primari. Tutte le altre uscite vanno posposte. Qui un video esaustivo della Polizia di Stato.
  • INFINE, a questo link una panoramica a tutto campo del Ministero della Salute - che spazia dall’igienizzazione delle superfici alle donazione di sangue – alla luce del Coronavirus.

 

12 Marzo 2020