Attività Clinica

L’I.R.C.C.S. Fondazione G.B. Bietti per lo Studio e la Ricerca in Oftalmologia ONLUS svolge, a partire dal giugno 2008, attività di Ricovero e Cura presso l’Ospedale Britannico, situato nel contesto dell’Azienda Ospedaliera San Giovanni - Addolorata con dotazione attuale di 4 posti letto (2 in regime ordinario e 2 DH), e numerosi ambulatori specialistici per glaucoma, maculopatie, complicanze vascolari retiniche del diabete, malattie vitreo-retiniche, malattie della cornea e del cristallino e neuroftalmologia.

Nell’ambito dell’attività a carico del Servizio Sanitario Nazionale, numerosi sono gli interventi assistenziali e di alta chirurgia eseguiti ogni anno grazie all’esperienza clinico-diagnostica dei medici della Fondazione.
In particolare, la maggior parte dell’attività chirurgica si focalizza sul glaucoma e sulle patologie della retina, del cristallino e della cornea, privilegiando quelle tecniche e quei materiali che rappresentano un’innovazione nel campo oftalmologico.
La chirurgia retinica ab-interno (vitrectomia) viene eseguita con strumenti di ultima generazione, ad elevata capacità di taglio ed aspirazione, che permettono un’invasività intraoculare minima e tempi di recupero post-operatori ridotti.
La chirurgia corneale viene eseguita con l’ausilio di un laser a femtosecondi di ultima generazione. Vengono eseguiti sia trapianti di cornea a tutto spessore che trapianti di cornea lamellari, anteriori o posteriori.
La chirurgia del glaucoma prevede interventi di chirurgia filtrante (trabeculectomia) ed uso di impianti drenanti di ultima generazione per il controllo della pressione intraoculare.
Presso l’Ospedale Britannico è stato creato dalla Fondazione G.B. Bietti un Centro per le Maculopatie, inaugurato il 26 maggio 2010 alla presenza del Ministro della Salute Ferruccio Fazio, del Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio Gianni Letta e del Presidente dell'Istituto Superiore di Sanità Enrico Garaci. Il Centro, con staff di professionisti ricercatori dedicato alla diagnostica, alla terapia ed alla ricerca nel campo della degenerazione maculare legata all’età, alla miopia, al diabete, è, inoltre, sede di sperimentazioni cliniche riguardanti nuove terapie e nuove applicazioni delle terapie esistenti.

L’IRCCS ha a disposizione le più moderne ed avanzate tecnologie sia per la diagnosi che per la terapia delle patologie visive gravemente invalidanti. Tra queste si ricordano le seguenti:

  • OCT Angiography per lo studio vascolare maculare in assenza di mezzo di contrasto
  • l’OCT spectral domain e swept source di ultima generazione per la diagnosi precoce della patologie maculari; l’apparecchiatura consente di avere una scansione lineare della retina elaborando una rappresentazione dello spessore retinico dal vitreo alla coroide
  • il microperimetro per lo studio funzionale della macula, che consente l’ottenimento di retinografie digitali a colori in miosi
  • il fluorangiografo digitale per esami in statico e dinamico
  • Laser a diodi micropulsati di ultima generazione per la fotocoagulazione nella retinopatia diabetica
  • il Microscopio Confoscan per l’esame dell’endotelio corneale
  • l’HRT per lo studio del segmento posteriore

Per quanto riguarda le terapie mediche, nell’IRCCS Fondazione G.B. Bietti vengono utilizzati farmaci anti-VEGF per uso intravitreale come il Pegaptanib (Macugen®), Ranibizumab (Lucentis®), Aflibercept (Eylea®) e Bevacizumab (Avastin®) e steroidei a lento rilascio come  l’inserto di Desametasone Intravitreale (l'Ozurdex®).
Nel corso del 2010 l’IRCCS ha provveduto all’acquisizione di nuove tecnologie di ultima generazione come il Laser a Femtosecondi, che viene utilizzato per la chirurgia del trapianto di cornea e la correzione dell’astigmatismo irregolare.