Studio "Chroma"

Ad oggi, sono disponibili terapie efficaci per la forma umida di AMD, basate su trattamenti con farmaci anti-VEGF somministrati per via intravitreale, non esistono, invece, trattamenti approvati per la forma evoluta della degenerazione maculare di tipo secco (atrofia geografica).
Presso la sede della Fondazione G.B.Bietti-IRCCS di via Livenza n 3, sta per iniziare il primo studio clinico sull’atrofia geografica per valutare l’efficacia del lampalizumab (Roche) iniettato per via intravitreale. Specificamente sta partendo l’arruolamento di pazienti per lo studio “Chroma”, trial internazionale di fase III, multicentrico, randomizzato, in doppio cieco, sham-controllato per valutare l’efficacia e la sicurezza dell’anticorpo monoclonale “lampalizumab” nel rallentare la progressione della degenerazione maculare di tipo atrofico.
Lampalizumab è un anticorpo monoclonale umanizzato diretto contro il fattore D del complemento, una proteasi coinvolta nella via alternativa (ACP) di attivazione del complemento.

I pazienti verranno arruolati mediante specifici criteri di inclusione ed esclusione dettati dal disegno dello studio ed una volta soddisfatti tutti i criteri i pazienti verranno sottoposti a trattamenti ripetuti per intravitreale per la durata di 24 mesi.

Per informazioni riguardanti la possibilità di poter partecipare a questo studio clinico si consiglia di prendere appuntamento per visita oculistica presso l’ambulatorio Retina Medica presso l’unità operativa della Fondazione G.B.Bietti-IRCCS presso l’Ospedale Britannico in Roma.

Responsabile del trial: Dott.ssa Mariacristina Parravano

data: 
Wednesday, 10 February, 2016 - 17